Videocamere di sorveglianza da esterno e interno migliori: prezzi, opinioni, recensioni, migliore videocamera di sorveglianza

I tipi di telecamere di sicurezza sono così diversi che ci soverchiano e ci impediscono di ben capire come scegliere una telecamera di videosorveglianza. Perciò la mia intenzione, attraverso questa guida, è di semplificarti le cose. Fin dall’inizio non dovresti preoccuparti di cavi o di una complessa installazione di videocamere di sorveglianza, con molti componenti. Tutti i sistemi di sicurezza in questa guida all’acquisto sono costituiti solo ed esclusivamente da telecamere di sicurezza di prima qualità.

Videocamere di sorveglianza da esterno

Le telecamere di sorveglianza wireless per esterni sono più grandi delle telecamere Wi-Fi per interni e hanno una piccola visiera sopra l’obiettivo per proteggerla da pioggia, neve… Intemperie, insomma!

Le troverai anche del tipo a cupola, che sono più piccole, con una forma convessa e di colore scuro. Di solito hanno un rivestimento nero della lente in modo che gli intrusi non distinguano dove sta puntando la telecamera Wi-Fi.

Nel caso in cui si desideri acquistare telecamere di sorveglianza per esterni è meglio assicurarsi che siano impermeabili con certificato IP66. Il certificato IP66 è essenziale se vuoi assicurarti che la telecamera resista all’acqua con garanzie.

Dovresti anche assicurarti che la tua videocamera Wi-Fi abbia una portata sufficiente per raggiungere il tuo punto di accesso (router). Questo può essere calcolato “ad occhio” contando sulla potenza dell’antenna del tuo router e sulla potenza dell’antenna della telecamera Wi-Fi esterna.

Normalmente, se dove lo installerai hai il Wi-Fi con il tuo cellulare allora non avrai alcun problema poiché le telecamere di sicurezza wireless hanno un’antenna con molta più potenza.

Videocamere di sorveglianza per interni

Le telecamere Wi-Fi per interni tendono ad assomigliare più a una webcam IP e non sono protette dall’acqua. Quindi non sono protette dalle condizioni meteorologiche avverse.

Quando si tratta di acquistare i diversi tipi di telecamere wireless, non avrete problemi a distinguerli. Le videocamere IP Wi-Fi hanno le stesse funzionalità o più di una videocamera Wi-Fi esterna.

DVR

Vogliamo un’installazione facile con telecamere di sicurezza wireless. Quindi cercheremo di incorporare il maggior numero di funzionalità senza dipendere da dispositivi esterni. In questo caso stiamo cercando una registrazione video digitale integrata che non dipenda da un registratore esterno.

Cos'è il DVR?

Questo è il registratore telecamera IP che, a seconda del tipo di DVR, può memorizzare file video in diversi formati (mp4, mpeg, eccetera…). Il DVR è solitamente un’apparecchiatura esterna che registra e memorizza le registrazioni di tutte le telecamere di sicurezza della struttura su un disco rigido. Ti consiglio vivamente di spendere un po’ di più ma di acquistarlo!

Videocamere di sorveglianza con registrazione

Queste telecamere hanno il DVR integrato. Quindi non abbiamo bisogno di un dispositivo esterno per memorizzare la registrazione del nostro sistema di sicurezza.

I file video generati dal registratore videocamera vengono memorizzati su una scheda SD o su un disco rigido interno. Inoltre alcuni modelli di telecamera IP Wi-Fi ti danno la possibilità di archiviare le tue registrazioni nel cloud.

Risparmi quindi l’acquisto di schede SD o la sostituzione se si deteriorano nel tempo. Sia che le registrazioni dalla telecamera IP siano archiviate nel cloud o su una scheda SD, non dobbiamo preoccuparci dell’archiviazione. Quando la capacità sarà completata, le registrazioni verranno sovrascritte, sostituendo le più vecchie.

Cos’è la CCTV?

Si riferisce alla televisione a circuito chiuso, senza multicasting. Si tratta di un sistema di sicurezza composto da telecamere a circuito chiuso, monitor, videocamera e mezzo di trasmissione (ad esempio IP). Tradizionalmente, in una sorveglianza a circuito chiuso, la telecamera CCTV delega la registrazione al sistema DVR.

Per l’installazione di una telecamera domestica e l’utilizzo di telecamere IP WiFi con registrazione integrata, riduciamo il sistema a due soli componenti:

  1. Il registratore videocamera (o le videocamere).
  2. Il nostro telefono cellulare, con il quale monitoriamo le nostre telecamere.
Usa il tuo cellulare come monitor TVCC

Nell’era analogica il sistema CCTV utilizzava un monitor o più monitor a tubi per visualizzare l’immagine dal vivo registrata dalle telecamere. Ora non potrebbe essere più semplice! Puoi fare lo stesso con il tuo smartphone e guardare la registrazione delle videocamere di sorveglianza in qualsiasi parte del mondo.

Telecamera di sicurezza motorizzata

Se hai bisogno di coprire diversi angoli di visione e puoi posizionare solo una telecamera, questa sarebbe un’opzione all’interno dell’offerta di videocamere di sorveglianza.

Questo sistema di sicurezza viene utilizzato principalmente quando si desidera controllare il movimento della telecamera. Poiché per coprire più angoli di visuale vengono solitamente utilizzate più telecamere con obiettivo grandangolare.

Videocamere di sorveglianza PTZ

Sono anche telecamere motorizzate. Ma le telecamere PTZ (ovvero PAN/TILT/ZOOM) ruotano su due assi differenti: uno in alto e l’altro in basso.

Devi sapere che:

  • PAN è il movimento in orizzontale (destra/sinistra).
  • TILT è il movimento in verticale (su/giu).
  • E ZOOM il controllo della focale dell’obiettivo.

Le videocamere di sorveglianza PTZ hanno anche diversi punti focali per ingrandire e mettere a fuoco manualmente o automaticamente nel primo o nel secondo termine. Puoi mettere a fuoco con la videocamera di sicurezza ciò che è più vicino e sfocare gli oggetti più lontani e viceversa.

Inoltre le telecamere PTZ possono avere uno stabilizzatore d’immagine per ridurre le vibrazioni della registrazione. E di solito puoi anche preimpostare le posizioni in cui desideri che la telecamera punti. È molto comune che una telecamera PTZ abbia anche funzioni video intelligenti come l’auto-tracking o il riconoscimento facciale.

Camera spia

Esiste una variante chiamata telecamera spia che è una telecamera nascosta. Di solito sono molto piccole e con le forme più creative.

L’idea è che passino inosservate. Ad esempio, sapevi che esiste una videocamera nascosta in una finta –ma ben fatta!- bottiglia di acqua minerale?

Videocamere di sorveglianza a batteria (le adoro!)

Sul mercato esistono sistemi di sorveglianza alimentate a batterie. Le adoro perché sei indipentendente da qualsiasi guasto accidentale. Inoltre, se in caso di intrusione nella nostra abitazione viene tolta l’alimentazione, le telecamere IP continuano le riprese grazie ad una piccola batteria di backup.

Altri modelli sono wireless al cento per cento, quindi non è necessario collegarli all’alimentazione. Questi sono utilizzati principalmente per il monitoraggio dei bambini. Con una videocamera di sicurezza alimentata a batteria, hai aggiunto la comodità e puoi cambiare stanza con facilità.

Caratteristiche da considerare

Ora che abbiamo saltato alcuni dei concetti più popolari, siamo pronti per entrare più nel dettaglio nella descrizione sulle specifiche delle videocamere di sorveglianza. Successivamente vedremo alcuni concetti che devi tenere in considerazione per acquistare le migliori videocamere di sorveglianza.

  • Campo visivo.
  • Risoluzione.
  • Sensore d’immagine.
  • Rilevazione del movimento.
  • Visione notturna.
  • Angolo di visione.
  • Zoom.6
  • Controllo a infrarossi intelligente.
  • Riproduzione del tono.
  • Bilanciamento del bianco.

Campo visivo

Il campo visivo è la porzione di spazio che l’obiettivo della telecamera è in grado di visualizzare. Per determinare l’ampiezza dell’area che la telecamera è in grado di visualizzare, dovremo scegliere correttamente la lunghezza focale dell’obiettivo.

Una telecamera di sorveglianza con un obiettivo a lunghezza focale più corta vede una parte maggiore della scena e ha un ampio campo visivo. Al contrario, un obiettivo più lungo ingrandisce la scena e riduce il campo visivo.

Di solito, nella descrizione dei  prodotti la misura dell’ottica è data in millimetri. Ci sono lenti fisse di 2.8mm, 3.6mm… Lenti variabili manuali di 2.8 ~ 12mm, 5 ~ 50mm… E anche lenti automatiche che si regolano a seconda della distanza dell’oggetto.

Risoluzione

La risoluzione di un’immagine ci dice quanti dettagli possono essere visti in essa. Maggiore è la risoluzione, migliori saranno la definizione, la chiarezza e la qualità dell’immagine.

Le telecamere di sicurezza a risoluzione inferiore producono immagini con meno dettagli. Una telecamera di sorveglianza ad alta risoluzione può catturare in dettaglio il volto di una persona o una targa su una vasta area.

Maggiore è l’area che desideri visualizzare, maggiore è la risoluzione necessaria per visualizzare tutti i dettagli. Se desideri monitorare un’area più piccola e non hai bisogno di una visualizzazione dettagliata, una fotocamera a risoluzione inferiore può occuparsene. E ricorda che le immagini a risoluzione più alta richiedono anche file più grandi, che occuperanno più spazio di archiviazione sul tuo DVR.

Sensore d’immagine

Il sensore di immagine “digitale” è l’elemento della fotocamera che è responsabile della cattura della luce che compone l’immagine. Si tratta di un chip formato da una matrice di fotodiodi fotosensibili (pixel) che, quando esposti, catturano l’immagine fotografica, convertendo la luce in segnali elettrici che saranno una rappresentazione elettronica dell’immagine.

I tipi più comuni di sensori sono CCD e CMOS, nelle dimensioni -misurate in diagonale- 1/4 e 1/3 di pollice.

Sensori CCD

I sensori CCD trasportano la carica attraverso il chip a un convertitore analogico-digitale che converte il valore di ciascuno dei pixel in un valore digitale (0 o 1) misurando il carico che lo raggiunge.

Sensori CCD

D’altra parte, i sensori CMOS contengono diversi transistor in ogni pixel. E il processo di conversione digitale avviene nella struttura del sensore stesso.

Processore di segnale digitale

Il processore di segnale digitale o chip DSP elabora il segnale digitale che esce dal sensore di immagine digitale. Di solito è associato ad un convertitore da cui esce il segnale nel formato stabilito: Analog CVBS, IP, HD-SDI, HD-CVI.

Alcuni DSP incorporano un menu visualizzabile su schermo (On Screen Display o OSD) che consente di configurare i parametri e le impostazioni della telecamera, tramite un pulsante joystick integrato o tramite una manopola di controllo UTC aggiuntiva collegata all’uscita della telecamera.

Esistono diversi DSP ampiamente estesi come quelli di Sony. Altri modelli CMOS incorporano l’elaborazione delle immagini nel sensore stesso, come Pixim con il suo noto sensore ottenuto elaborando ogni pixel individualmente.

Rilevazione del movimento

I sistemi di sicurezza domestica di solito utilizzano sensori di movimento che interagiscono con le telecamere. Questo sistema è molto più complesso, sia da configurare che da installare. Ma se ti dico che ci sono telecamere con rilevamento del movimento integrato… Come rimani?

Visione notturna

Le telecamere di sicurezza IR per visione notturna ci consentono di mantenere attivo il nostro sistema di sorveglianza anche in completa oscurità. Sebbene sia vero che la qualità dell’immagine della registrazione non sarà la stessa di quella in pieno giorno.

È essenziale che la sicurezza della tua casa abbia telecamere con questa funzione poiché la maggior parte delle intrusioni nella casa di qualcun altro avviene di notte. Una questione molto importante da conoscere e considerare è la qualità dell’immagine della telecamera che riceveremo dal nostro dispositivo installato.

Angolo di visione e zoom

L’angolo di campo che una telecamera di sorveglianza può coprire può essere sia orizzontale che verticale. Se vogliamo coprire una vasta area con la stessa telecamera, consiglio che l’angolo di visione sia di almeno 180º per l’orizzontale. Per la verticale, 100º saranno sufficienti.

Invece se vogliamo coprire un’area molto lontana dal luogo in cui installiamo la telecamera IP, la cosa migliore è che abbia uno zoom. Ma assicurati che sia uno zoom ottico.

Differenza tra zoom ottico e zoom digitale

Lo zoom ottico viene eseguito dall’obiettivo o dagli obiettivi della nostra telecamera di sorveglianza mentre lo zoom digitale viene eseguito dal software della telecamera.

Sebbene i sistemi di interpolazione diano sempre più qualità agli zoom digitali, non supereranno mai lo zoom ottico. Una telecamera di sicurezza con zoom ottico incorpora un obiettivo con obiettivi diversi per ciascuna lunghezza focale. Dal grandangolo al teleobiettivo. D’altra parte, il risultato di uno zoom digitale è fondamentalmente lo stesso che possiamo ottenere ingrandendo un’immagine con un cellulare o un computer.

Controllo a infrarossi intelligente o Smart IR

Consiste nell’effettuare un’elaborazione intelligente dell’illuminazione e della copertura a infrarossi nella visione notturna. Questo in modo da ottenere un’immagine con illuminazione IR uniforme, senza aree bruciate (sovraesposte) al centro o aree scure sul contorno.

Riproduzione del tono migliorata o ATR / ALTM

ATR

L’ATR esegue il miglioramento del tono regolando il contrasto particolare di ciascuna area colorata tenendo conto delle informazioni sulla luminanza. E anche compensando la degradazione del tono dovuta all’esistenza di aree luminose o scarsamente illuminate all’interno della stessa scena.

ALTM

ALTM è un metodo di mappatura dei toni che migliora le transizioni e le gradazioni tra le aree scure e chiare “migliorando” la gamma dinamica della telecamera.

Bilanciamento del bianco automatico o AWB e ATW

AWB

La funzione AWB consente di regolare automaticamente il bilanciamento del bianco, assicurando che i colori siano riprodotti in modo più accurato.

ATW

Mentre la funzione ATW traccia automaticamente le condizioni di illuminazione della scena e la loro variazione, effettuando regolazioni continue del bilanciamento del bianco (tracking).

Telecamere IP con registrazione del suono

Se vuoi che la tua fotocamera registri anche il suono della scena, assicurati che abbia questa funzione. Sembra ovvio ma è un dettaglio che puoi dare per scontato e potresti non sapere che la maggior parte delle telecamere di sorveglianza non registra il suono.

Quali sono i vantaggi delle videocamere di sorveglianza?

I sistemi di allarme hanno una duplice funzione: quella di dissuadere le intrusioni in casa. E, se ciò si verifica, essere in grado di rilevarle e avvisare l’interessato il più rapidamente possibile. Ma:

  • Anche se può sembrare una bugia, l’aspetto psicologico è importante. Poiché questo sistema antifurto offre “tranquillità” agli utenti della casa, riconoscendo che possono essere avvertiti mentre cercano di entrare in casa.
  • Scoraggia eventuali furti poiché sono realmente visibili.
  • Le telecamere di sicurezza sono relativamente economiche. E la fascia di prezzo in vendita sul mercato è ampia.
  • Inoltre le videocamere di sorveglianza sono estremamente utili perché consentono di monitorare le attività delle persone che visitano la tua casa e il tuo ufficio, così come gli eventi. Avrai una registrazione di ciò che accade.
  • Raccogli le prove di possibili crimini: furti con scasso praticati in casa.
  • Può aiutarti a prendere decisioni corrette ed eque nella risoluzione delle controversie, sia a casa che professionalmente. Ciò perché avrai immagini per risolvere le controversie.

Svantaggi

Non è tutto così bello, va detto che ci sono degli svantaggi come:

  • Problemi di privacy.
  • Strutture complesse che non sono economiche.
  • Il furto non può essere fermato “in situ”. Ma è una misura di avviso e di registrazione.
  • Ed essendo un sistema elettronico, nel peggiore dei casi, abbiamo dei hacker.

Videocamere di sorveglianza: quale acquistare?

Prima di acquistare un sistema di sorveglianza con videocamera, dovresti pensare e pianificare bene ciò di cui abbiamo veramente bisogno. È importante per riconoscere quali aree dobbiamo monitorare e quale budget economico abbiamo. Possiamo seguire i seguenti passaggi:

  • Di quali funzioni hai bisogno? Decidi se vuoi evitare solo intrusioni o utilizzare il sistema anche in caso di rapina o emergenze mediche o per controllare l’ingresso di persone (parenti, bambini, dipendenti, ecc.)
  • Dobbiamo determinare il tipo di controllo di cui abbiamo bisogno. Se vogliamo solo che le immagini vengano registrate o vogliamo vedere cosa sta succedendo attraverso il telefono cellulare o un altro dispositivo.
  • Inoltre per montare un sistema di sicurezza è importante evidenziare i punti deboli della casa su un piccolo schizzo. Cioè uno schizzo degli ingressi principali, porte, finestre, garage, balconi…
  • E ricorda di guardare le possibili posizioni delle telecamere. Ad esempio, se ci sono luoghi a cui è possibile accedere ma non c’è nulla di valore (una tettoia nel giardino dei rifiuti o un garage separato) dovresti pensare se hai davvero bisogno di sicurezza in questi spazi.
  • Devi considerare anche il numero di utenti. L’installazione dovrebbe essere pratica e anche la sua attivazione o disattivazione; sia con un telecomando, con la voce, con la tastiera, con il cellulare, eccetera.
  • Guarda la qualità dell’immagine. Meglio se è HD 1080P.
  • Infine, devi determinare il grado di azione, ovvero, se si verifica un furto, come verrò avvisato. Tramite SMS al cellulare, tramite un allarme acustico o un sistema collegato a un CRA (Alert Reception Center) che collega la polizia.
Sara Hernandez Diez

Sono spagnola, vivo da un po' in Italia, l'inglese è la mia terza lingua, il mio lavoro è scrivere e tradurre. E io amo il mio lavoro: mi dà da respirare (oltre che da mangiare...). Come obiettivo ho quello non di descrivere un prodotto (le videocamere di sorveglianza) ma di farlo diventare il tuo prodotto.

Back to top
menu
videocameredisorveglianza.it